Esecuzioni e aggressioni sessuali nel centro di detenzione israeliano “Sde Teman”

Gaza. L’avvocato palestinese Khaled Mahajneh ha potuto visitare la prigione israeliana “Sde Teman”, situata nel deserto del Negev, nel sud della Palestina occupata, e ha raccontato scene orribili di abusi a cui sono sottoposti i prigionieri della Striscia di Gaza in questa prigione.

In un’intervista alla TV Al-Arabi, Mahajneh ha dichiarato: “Israele continua a torturare i prigionieri solo perché provengono dalla Striscia di Gaza e li ritiene responsabili dell’operazione del 7 ottobre”, sottolineando che “non si aspettava le scene che ha visto lì”.

L’avvocato ha aggiunto che il centro di detenzione comprende circa 4000 prigionieri della Striscia di Gaza, di cui 6 sono morti la scorsa settimana.

Mahajneh ha raccontato: “I prigionieri palestinesi nel campo di detenzione israeliano di Sde Teiman sono detenuti in 4 aree, in cui ci sono da 100 a 150 prigionieri, che dormono sul pavimento senza coperte e senza cuscini.

“I detenuti palestinesi a Sde Teiman vengono ammanettati e bendati tutto il giorno.

“L’occupazione impedisce ai detenuti di praticare riti religiosi.

“Vi sono casi di violenza sessuale e abusi su detenuti palestinesi da parte di soldati di occupazione.

“Ai detenuti è vietato stare in piedi e sono sempre bendati, anche mentre dormono.

“Israele intensifica gli abusi sui prigionieri semplicemente perché provengono dalla Striscia di Gaza.

“Il giornalista Mohammed Arab è isolato dal mondo esterno nel campo di detenzione di Sde Timan da più di 100 giorni”.

Le molestie israeliane non si sono fermate qui. Piuttosto, l’avvocato ha rivelato che un certo numero di prigionieri sono stati sottoposti ad aggressioni sessuali e sono stati privati ​​della possibilità di pregare e di lavarsi.

I prigionieri sono detenuti senza alcuna accusa o processo, e senza data per il loro rilascio. Mahajna ha sottolineato che “i prigionieri palestinesi non ricevono processi equi nei centri di detenzione israeliani” e che “le istituzioni per i diritti umani sono completamente impotenti di fronte alle procedure israeliane”.

(Fonte e foto: Quds News network).