Esplosione crea enorme buco nel muro del valico di Rafah.

Oggi, decine di palestinesi armati hanno creato un ampio buco nel muro di cemento tra Egitto e Striscia di Gaza.
Uomini infuriati si sono riuniti vicino al valico di Rafah e hanno fatto esplodere una carica contro il muro nei pressi dell’accesso di Salah Ad-Din.

Gli uomini armati hanno poi minacciato di far esplodere decine di congegni e di causare brecce nel muro di confine se "tutti i partiti non lavoreranno per la riapertura del valico di Rafah e per porre fine alla crisi dei cittadini bloccati".

Gli armati hanno rivolto un appello a europei e egiziani affinché si attivino per riaprire il valico e porre fine alle sofferenze della popolazione – in particolar modo i casi umanitari, gli studenti e i cittadini i cui visti sono ormai scaduti.

Qualche giorno fa, i Comitati di Resistenza Popolare e la loro ala militare, le Brigate Salah Ad-Din, avevano minacciato di eseguire un’operazione simile se il valico non fosse stato riaperto.  
Sembra che i mediatori non siano riusciti a persuadere europei e israeliani ad assecondare le richieste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.