Esplosione in un tunnel: sei palestinesi rimasti uccisi e dodici feriti

Rafah (Gaza) – Al-Watan. Sabato 29 maggio è esplosa una bombola di gas da cucina introdotta in uno dei tunnel che collegano il territorio egiziano alla Striscia di Gaza.

Stando alle dichiarazioni di Mu'awiya Hassanein, direttore del Pronto soccorso, le vittime sono: Madhat al-Sha'er, Naji al-Sha'er, Ashraf al-Sha'er e i due fratelli Yasser e Hosni Kaware', tutti ventenni.

Un altro palestinese rimasto vittima dell'esplosione non è ancora stato identificato.

Nell'esplosione, altri dodici palestinesi che lavoravano all'interno dei tunnel sono rimasti feriti.

Tre di loro riportano gravi ustioni e tutti sono stati portati d'urgenza in ospedale.

Dopo oltre quattro anni di assedio israeliano, attraverso i tunnel [“della sopravvivenza”, sono chiamati dai palestinesi, ndr] vengono introdotti beni di prima necessità, vietati dall'occupante israeliano e vitali per la sopravvivenza della popolazione di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.