‘Essawiyah: Israele demolisce due abitazioni palestinesi

Al-Quds (Gerusalemme) – InfoPal. Ieri, 30 novembre, bulldozer israeliani hanno fatto ingresso in varie aree del villaggio di 'Essawiyah (al-Quds/ Gerusalemme) per demolire due abitazioni palestinesi con il pretesto di assenza di permesso edilizio.

Si tratta delle abitazioni di Roubin 'Aliyan (20 MQ) e di Isma'il Imtar (125 MQ).

Supportati da un'ingente spiegamento di forze dell'ordine e guardie di frontiera, gli scontri con i cittadini palestinesi che si opponevano all'abbattimento delle proprie abitazioni sono stati inevitabili.

Gas lacrimogeni e proiettili sono stati utilizzati dalla polizia per sedare la protesta, un soldato della guardia di frontiera sarebbe rimasto lievemente ferito.

Sempre ieri, sono stati demoliti un edificio nel quartiere di Shaykh Jarrah e due abitazioni di proprietà palestinese nel quartiere di Khamis, vicino al campo profughi di Shu'faat, a nord-est di Gerusalemme. Qui le forze dell'ordine hanno presentato gli ordini di demolizione emessi da tribunali israeliani.

Solo ieri, la Fondazione per lo sviluppo sociale “al-Muqaddasi” aveva reso noto in un rapporto che, dall'occupazione israeliana della città nel 1967, sono state abbattute 1.500 abitazioni palestinesi con la consueta giustificazione dei permessi. Stando ai dati forniti dal rapporto, negli ultimi due anni ne sarebbero state abbattute 1.300.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.