Euro-Med: Israele ha distrutto il 75% della superficie agricola di Gaza

Gaza. L’Euro-Med Human Rights Monitor ha dichiarato che l’esercito israeliano ha messo fuori uso più del 75% della superficie agricola della Striscia di Gaza, sia isolandola come preludio all’annessione illegale con la forza, sia distruggendola e spianandola.

In un rapporto pubblicato domenica, Euro-Med ha accusato l’esercito israeliano di cercare di distruggere il paniere alimentare di Gaza, composto da verdure, frutta e carne, oltre a distruggere altri componenti della produzione alimentare locale.

Euro-Med ha anche accusato l’esercito israeliano di impedire l’ingresso di forniture alimentari e aiuti umanitari come parte del suo sforzo per perpetuare la carestia nella Striscia di Gaza e usare la fame come arma di guerra.

Euro-Med ha affermato che le forze israeliane hanno sistematicamente effettuato una distruzione diffusa di terreni agricoli, allevamenti di uccelli e bestiame con l’obiettivo di far dipendere la sopravvivenza della popolazione di Gaza dalla decisione di Israele di consentire o bloccare gli aiuti umanitari.

Euro-Med ha aggiunto che le sue squadre sul campo hanno documentato che l’esercito di occupazione ha deliberatamente ucciso molti agricoltori mentre lavoravano o cercavano di raggiungere le loro terre e fattorie, oltre a distruggere migliaia di fattorie, serre, pozzi e serbatoi d’acqua e attrezzature agricole.

Euro-Med ha invitato la comunità internazionale a garantire l’ingresso degli aiuti umanitari nella Striscia di Gaza, compresi gli alimenti essenziali e i prodotti non alimentari, al fine di affrontare il disastro sanitario e ambientale in modo immediato, sicuro ed efficace.

Traduzione per InfoPal di F.L.