Ex-capo dell’agenzia Shin Bet: Hamas non finirà neanche se tutti i suoi capi dovessero essere uccisi

Tel Aviv – MEMO. L’ex-capo dell’agenzia di sicurezza interna israeliana Shabak, Ami Ayalon, ha messo in guardia da una nuova rivolta in Cisgiordania.

Ha affermato che Israele si deve aspettare qualcosa di peggio del 7 ottobre se rifiuta la pace.

In un’intervista a Le Monde, Ayalon ha aggiunto che la vittoria non è raggiungibile, nella guerra a Gaza, sottolineando l’assenza di “piani per il giorno dopo”.

Hamas, ha aggiunto, non sarà distrutto anche se tutti i suoi leader dovessero essere uccisi. I palestinesi sostengono il movimento non perché sono impegnati nella sua ideologia, ma perché lo vedono come l’unica organizzazione che lotta per la loro libertà e per la fine dell’occupazione, ha spiegato.

(Foto: [Mamoun Wazwaz – Anadolu Agency]).