Ex parlamentare europea fermata a Bil'in.

Betlemme – Ma'an. Soldati israeliani hanno arrestato ieri l'ex vice presidente del Parlamento europeo, Luisa Morgantini, e altre tre persone, nel villaggio di Bilin in Cisgiordania, durante una protesta non violenta.

Morgantini era a capo di una delegazione di 50 italiani alla marcia settimanale dal centro del villaggio verso il Muro di separazione, che taglia fuori gli abitanti dai loro terreni agricoli.

I soldati israeliani hanno risposto alla protesta lanciando gas lacrimogeni, hanno fatto sapere i manifestanti, che hanno aggiunto che l'esercito è poi entrato nel villaggio, detenendo Morgantini e altri tre.

Un portavoce dell'esercito israeliano ha detto che i soldati non erano a conoscenza dell'identità della ex parlamentare europea, quando l'hanno arrestata, e ha aggiunto che è stata rilasciata meno di un'ora dopo.

Il comitato popolare di Bil'in ha affermato che 200 manifestanti hanno partecipato alla manifestazione contro il muro.

Dopo il suo rilascio Morgantini ha dichiarato: “Ho visto i palestinesi che protestavano in modo non violento, attaccati dall'esercito mentre tentavano di difendere le loro terre. Incoraggio vivamente l'UE a intraprendere una forte azione per la protezione dei palestinesi e l'attuazione dei loro diritti”. Così ha riferito il comitato popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.