Famiglia di Shalit: ‘Governo israeliano ammetta il proprio fallimento’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. No'am Shalit, padre del soldato israeliano catturato dalla resistenza palestinese nel 2006, è tornato a rilasciare dichiarazioni relative all'impegno dimostrato dal governo israeliano nelle trattative per la liberazione del figlio Gilad.

L'uomo ha parlato di “negligenza” del premier Benjamin Netanyahu e lo ha fatto in seno alla conferenza per la commemorazione dei militari israeliani caduti davanti ad una platea composta principalmente da cittadini israeliani che hanno vissuto l'esperienza militare.

“Almeno ammettano di aver fallito”, ha aggiunto No'am Shalit rivolgendosi alla classe politica che governa il Paese e ha proseguito “Forse il governo preferisce che i propri soldati facciano rientro nelle bare”, mentre ha manifestato la personale delusione per l'assenza alla conferenza dell'ex ministro Ami Ayalon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.