Familiari detenuti: ‘La credibilità dell’Anp dipende dalla liberazione dei prigionieri’

Cisgiordania – InfoPal. Nel valutare la notizia dell'annunciata visita del presidente dell'Autorità palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas, nella Striscia di Gaza, il Comitato dei familiari di detenuti e prigionieri politici nelle prigioni dell'Anp ha ritenuto opportuno rilasciare, questa mattina, un comunicato stampa in cui chiede il rilascio di tutti detenuti e prigionieri politici. 

Secondo il comunicato, “la loro liberazione incondizionata è un'azione che conferirà credibilità ai recenti sviluppi emersi proprio dalla notizia sulla visita di 'Abbas a Gaza”. 

Sono 480 i cittadini palestinesi che periscono nelle prigioni dell'Anp, senza accuse, senza difesa e privati dei diritti umani fondamentali. Sono detenuti nei vari centri d'indagine e nelle prigioni militari gestite dagli apparati di sicurezza palestinesi. 

130 sono stati giudicati – illegalmente – da un tribunale militare, 80 restano nelle prigioni della Cisgiordania e 30 sono stati rinviati a giudizio e pertanto restano in detenzione a tempo indefinito. 

“Fine delle divisioni e rilascio dei detenuti politici palestinesi: questa è la dimostrazione che l'obiettivo da raggiungere insieme è la fine dell'occupazione israeliana”.

Articoli correlati:

'Il loro rilascio, preludio all'unità nazionale'. L'appello delle famiglie di 478 detenuti dell'Anp 

Il comitato dei familiari dei detenuti palestinesi lancia un messaggio alla vigilia del 15 marzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.