Fatah: ‘Con l’accordo di scambio, Israele tenta di acuire le divisioni politiche palestinesi’

Ramallah – Infopal. Da ambienti di Fatah, qualcuno ha osservato che “portando a termine l'accordo per lo scambio dei prigionieri con il Movimento di resistenza islamica 'Hamas', il governo israeliano sta tentando di acuire le divisioni politiche palestinesi”.

Il responsabile all'informazione di Fatah, Osama al-Qawasmi, ha dichiarato per mezzo stampa che “il governo di destra di Benjamin Netanyahu ha cercato con questo accordo un momento di popolarità, per uscire dall'isolamento nel quale si è auto-relegato a causa delle proprie scelte politiche e, soprattutto, per sminuire, e quindi mettere fuori gioco, il presidente 'Abbas, il quale è determinato come lo è stato sin dall'inizio, a portare a termine la mozione all'Onu per il riconoscimento dello Stato palestinese”.

Al-Qawasmi ha poi ricordato come “la questione dei prigionieri palestinesi e della loro liberazione appartenga a tutto il popolo palestinese e a ogni espressione politica nazionale. Essa è riflesso della nostra unità”.

“Per questo è tanto più necessario e urgente ufficializzare l'accordo di riconciliazione nazionale attraverso la sua implementazione”, ha concluso il responsabile dell'informazione di Fatah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.