Fatah: diverbio sulla VI conferenza non nasconde divisione interna.

Ramallah – Infopal. Abdullah al-Ifranji, membro del Comitato centrale di Fatah e responsabile dell'Ufficio delle relazioni esterne, ha negato che la divergenza di opinioni sulla VI conferenza si traduca nell’esistenza di due diversi fronti interni al movimento: il sostegno al lavoro del presidente Mahmud ‘Abbas, sostiene al-Ifranji, resta anzi unanime, così come rimane fisso il bisogno “di armonizzare il diritto a resistere all’occupazione con la nostra azione politica”.

Le affermazioni di al-Ifranji sono giunte nel corso di una riunione dei capi dei distaccamenti e dei quadri dell'Ufficio delle relazioni esterne di Fatah alla presenza del Commissario generale, tenutasi ieri presso il quartier generale di Ramallah per discutere delle condizioni organizzative interne e della stessa VI Conferenza.

Al-Ifranji, nel corso della riunione, ha esposto le questioni interne di Fatah, illustrando come si sia riusciti a superare gli ostacoli e le sfide che il movimento ha incontrato sulla sua strada.

I partecipanti, durante i loro interventi, hanno confermato la necessità di discutere degli affari interni del movimento lontano dai media, di rispettare le decisioni prese dalla leadership e dai quadri e di lavorare per scaricare le tensioni interne. Un consenso generale è stato accordato anche alla rapida convocazione della conferenza, che, ci si augura, contribuirà al rinnovamento delle politiche. Contemporaneamente, però, è stato chiesto al Consiglio rivoluzionario di ampliare gli argomenti di discussione e il processo decisionale, in modo da tutelare l'unità del movimento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.