Fatah e Hamas raggiungono un accordo di collaborazione permanente.

I comandanti di Hamas e Fatah hanno raggiunto un accordo per la creazione di un comitato di collaborazione superiore permanente per risolvere la crisi che ha scosso la Striscia di Gaza negli ultimi giorni. Inoltre, hanno ribadito la proibizione dell’uso delle armi e hanno posto l’accento sul dialogo come strumento di risoluzione dei conflitti interni.

La riunione, che si è svolta nella sede del Consiglio dei Ministri, è durata fino all’alba. Erano presenti il Premier Ismail Haniyah e numerosi ministri.
In un comunicato finale, i due movimenti hanno dichiarato di impegnarsi a non coprire i membri che non rispettano la legge e di fermare le provocazioni reciproche, attraverso sermoni in moschea, comunicati, organi di stampa e internet.

E hanno chiesto al governo palestinese di prendere tutti i provvedimenti necessari per punire i colpevoli.
I due movimenti hanno nominato sei persone – tre per ogni parte – per la creazione del comitato di coordinamento, e hanno aggiunto che verrà subito proibita la presenza dielle armi e di qualsiasi situazione che possa provocare incidenti o tensioni.  E hanno invitato le famiglie che hanno subito la perdita di un congiunto durante gli scontri a collaborare nel mantenere la tranquillità e a non fomentare ulteriori crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.