Fatah fa marcia indietro: nessun ‘dirigente iraniano’ nella moschea bombardata di Gaza.

Fatah ha ritrattato la notizia diramata ieri sulla presenza iraniana all’Università islamica di Gaza. Tale storia è stata costruita allo scopo di giustificare il bombardamento dell’edificio.

Ieri, le Guardie presidenziali e Fatah avevano dichiarato di aver arrestato 7 ufficiali iraniani durante l’attacco all’università, e che un altro si era suicidato.

Azzam Al-Ahmed, capo del blocco parlamentare di Fatah ha affermato: "Nessun comunicato ufficiale di Fatah o dell’Ufficio della presidenza hanno mai fatto riferimento alla presenza di iraniani", e ha definito la notizia come "pettegolezzo".

Da parte sua, Hamas ha sollecitato i propri dirigenti e la popolazione palestinese a "difendere le moschee e i fedeli a tutti i costi".

Gruppi dell’ala "golpista" di Fatah hanno attaccato alcune moschee della Striscia di Gaza e bombardato altre, uccidendo e ferendo decine di fedeli negli ultimi giorni. Questi fatti vanno ad aggiungersi al massacro alla moschea di Al-Hedaya, avvenuto la settimana scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.