'Fayyad e il suo governo, i più corrotti del mondo'

Il magazine 'New York Review of Books' ha descritto Salam Fayyad e il suo governo (l'Anp di Ramallah) come uno dei più corrotti del mondo. In un report scritto dal ricercatore americano Nathan Trall, dal titolo 'Il nostro uomo in Palestina', viene spiegato come Fayyad a Ramallah si trovi a capo di un governo non eletto, e per di più classificato al sesto posto tra i governi più corrotti al mondo. Il rapporto mostra inoltre come la collaborazione a livello di sicurezza tra l'Anp e il governo israeliano sia più intensa che mai, e come i servizi di sicurezza palestinesi, mentre sono posti formalmente sotto l'autorità del presidente de facto Mahmud Abbas, siano in pratica controllati dallo stesso Fayyad. Secondo Trall, ben 1.297 operazioni congiunte sono state condotte quest'anno dagli apparati di sicurezza israeliani e palestinesi, ed hanno avuto cme obiettivo l'eliminazione del braccio armato di Fatah – le brigate al-Aqsa -, delle associazioni di beneficenza e d'impegno sociale di Hamas, delle attività di resistenza del movimento rivale e delle cellule paramilitari del Jihad islamico. Il ricercatore ha inoltre ricordato che l'ex ministro dell'Economia palestinese Bassim Khouri ha smentito le affermazioni di Fayyad, basate su rapporti dell'Fmi e della Banca Mondiale, secondo cui il suo governo avrebbe ottenuto una crescita economica dell'8,5% in Cisgiordania. In un suo rapporto pubblicato la settimana scorsa dalla rivista 'Foreign policy', Khouri ha infatti attribuito la diffusione di cifre così esagerate alla macchina di pubbliche relazioni d'Israele e ai suoi sostenitori internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.