Fayyad minaccia di perseguitare la resistenza palestinese in Cisgiordania.

Salaam Fayyad, primo ministro del governo di emergenza di Ramallah, aveva promesso di perseguitare la resistenza palestinese nella Cisgiordania occupata, ma ha sospeso le operazioni finché Israele non smetterà di perseguitarli.
Fayyad ha dichiarato: “Le operazioni per imporre l’ordine e la legge non colpirà solo il movimento islamico. Dobbiamo essere seri in questa missione: non dobbiamo guardare chi sono e a quale partito appartengono. Se scelgono di non collaborare con noi, allora sono nemici. Non possiamo cercare di costruire uno stato e nello stesso tempo accettare le milizie armate. Dobbiamo riprendere il controllo delle situazione. Questa potrebbe essere la nostra ultima occasione”.

Fayyad ha aggiunto che Israele "deve promettere di non approfittare delle operazioni di disarmo delle milizie proseguendo le persecuzioni. Allora, quale serietà avranno i nostri sforzi per ripristinare la sicurezza? Crolleranno”.

Fayyad ha rivelato che il suo governo sta effettuando trattative in questa direzione con Israele e che stanno attendendo una risposta: "Speriamo di non aspettare a lungo, perché abbiamo promesso di imporre l’ordine e la legge. Questa è la priorità di questo governo: non possiamo fallire”.

E il governo di Ramallah sta mantenendo le promesse: le forze di sicurezza e il movimento di Fatah hanno iniziato a perseguitare, sequestrare, torturare i membri di Hamas in tutte le province della Cisgiordania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.