Fazioni palestinesi rifiutano scenari esterni per il futuro di Gaza

Beirut – MEMO. Le fazioni della resistenza palestinese hanno rifiutato categoricamente tutte le soluzioni e gli scenari “esterni” per il cosiddetto “futuro della Striscia di Gaza assediata”, sottolineando che sarà presentata solo una soluzione nazionale palestinese basata sulla formazione di un governo di unità nazionale che emerga da un consenso nazionale globale.

Ciò è avvenuto nel corso di una riunione tenutasi giovedì nella capitale libanese, Beirut, alla quale hanno partecipato i rappresentanti di Hamas, del Jihad Islamico, del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (PFLP), del Fronte Democratico e del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina – Comando Generale.

Le fazioni della resistenza hanno sottolineato la necessità di un cessate il fuoco a Gaza e di fermare tutti gli atti di aggressione israeliana, nonché il ritiro delle forze di occupazione israeliane dalla Striscia di Gaza come condizione prima di effettuare uno scambio di prigionieri.

I partecipanti hanno anche sottolineato la loro condanna ed il rifiuto degli scenari dei circoli occidentali e sionisti per il cosiddetto “day after” a Gaza, spiegando che questi scenari non sono altro che “chimere” che non si realizzeranno, soprattutto dopo che i segni della sconfitta dell’occupazione israeliana sono visibilmente chiari sul campo di battaglia per mano della resistenza palestinese.

L’incontro ha discusso degli sviluppi a Gaza, nella Cisgiordania occupata e a Gerusalemme, e delle mosse politiche per fermare l’aggressione in modo sostenibile.

(Foto: [Doaa Albaz – Anadolu Agency]).