Fine-settimana di violenza e devastazione israeliana nel sud della Striscia: un palestinese ucciso e 6 feriti.

La Fiera del Libro di Torino celebrerà il 60° anniversario della nascita di Israele…

Gaza – Infopal


Ieri mattina, le forze di occupazione israeliane si sono ritirate da Khuzaa, a est di Khan Yunes, nel sud della Striscia di Gaza, lasciandosi dietro un cittadino palestinese morto e altri sei feriti, tra cui tre resistenti delle brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, e grande devastazione di case e terreni.

Fonti mediche palestinesi hanno dichiarato il decesso di Husam Mohammad an-Najjar, di 40 anni, a seguito delle ferite riportate.

Testimoni oculari e fonti locali hanno riferito che gli aerei da combattimento israeliani hanno bombardato un gruppo di resistenti di al-Qassam, che si stavano opponendo all’invasione dei carrarmati nella cittadina di Khuzaa. Tre sono rimasti feriti.

Un cecchino israeliano ha invece sparato contro il cittadino Husam Mohammad an-Najjar, che è stato colpito alla testa mentre si trovava a casa. Nel tentativo di soccorrerlo, anche fratello è stato ferito.

I testimoni oculari hanno raccontato che le forze speciale israeliane hanno occupato i tetti di alcune abitazioni appartenenti alle famiglie Shaqi Abu Salah, Fattuh Qadeh, Fayez Qadeh, e Azmi Qadeh. Tutte case vicine alla via principale di Khuzaa.

Nella notte tra sabato e domenica, i bulldozer israeliani hanno distrutto i terreni agricoli (circa 10 ettari) e sradicato decine di ulivi. E hanno sparato all’impazzata contro le case dei cittadini.

La resistenza palestinese si è opposta all’invasione lanciando decine di granate contro i carrarmati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.