Finisce in ospedale operaio palestinese pestato dai soldati israeliani presso un checkpoint

Betlemme – Wafa'. Mohammed Ahmed Harizat, operaio palestinese di 52 anni di Yatta (al-Khalil-Hebron), stava rientrando ieri sera dal proprio lavoro ad al-Quds (Gerusalemme) quando è stato fermato dai soldati israeliani nei pressi di un checkpoint a nord di Betlemme. Si tratta del posto di blocco militare presso il Muro d'Apartheid noto con il nome di “300”.

Senza motivazione apparente, il palestinese è stato pestato dai militari d'occupazione israeliani fino a causargli contusioni multiple per le quali Harizat è stato soccorso all'ospedale di Beit Jala. Qui hanno riscontrato una ferita al capo e la frattura della mano sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.