Folla di estremisti invade le strade della Gerusalemme Vecchia.


Gerusalemme – Infopal. Un'orda di coloni estremisti ha marciato verso la Spianata delle Moschee, riempiendo le strade della Gerusalemme Vecchia. L'occasione – pretesto per questa ennesima provocazione ai danni dei palestinesi, e dei musulmani e cristiani di tutto il mondo è stata la celebrazione della festa di Shmini Atzeret, che chiude il periodo di Sukkot.

Testimoni locali hanno riferito che la folla di fondamentalisti si è spinta verso l'area di al-Wad Street, vicino all'entrata del mercato di al-Qatanin, dando l'impressione di voler irrompere all'interno della moschea di al-Aqsa.

Orde di barbari violenti. “Arabi sporchi”, era lo slogan – insulto lanciato contro i gerosolimitani dai fanatici ebrei che, per le strade della Città Vecchia, hanno eseguito una danza circolare, la Hakafot, in occasione delle loro festività, e hanno costretto i negozianti a chiudere le botteghe.

La “location” dell'esecuzione religiosa è stata la strada che va dal Muro Occidentale verso la porta di al-Qatanin, uno degli ingressi alla Gerusalemme Vecchia, situata vicino alla Spianata delle Moschee.

La folla di estremisti era accompagnata e protettata dall'esercito israeliano e dalla polizia di frontiera, che osservava senza intervenire mentre i riti ebraici venivano usati come forma di aggressione verso i palestinesi.

La polizia d'Israele ha imposto ai commercianti di chiudere le attività e ha vietato l'ingresso nella Città Vecchia, ma i dirigenti del Waqf gerosolimitano, l'istituzione per i Beni religiosi islamici, ha respinto l'ordine e ha invitato i residenti a rimanere fermi e ad affrontare le provocazioni dei coloni.

L'invasione di Gerusalemme Vecchia è avvenuta qualche ora dopo che le forze di occupazione avevano finalmente tolto l'assedio alla moschea di al-Aqsa, dentro alla quale sono asserragliati da giorni centinaia di fedeli musulmani, a protezione dei luoghi santi islamici dagli attacchi di fanatici sionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.