Fonte governativa smentisce le voci fatte circolare da Israele sulle dimissioni Haniyah.

Una fonte governativa vicina al primo ministro palestinese Ismail Haniyah ha smentito quanto riportato dal secondo canale della televisione israeliana, secondo cui il premier avrebbe minacciato di presentare le dimissioni entro 72 ore se non si fermerà l’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza e Cisgiordania.

Un comunicato del Consiglio dei ministri ha reso noto che Haniyah ha chiesto ai paesi arabi e alla comunità internazionale di mettere fine all’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza e Cisgiordania.

Le illazioni israeliane sulle dimissioni di Haniyah giungono contemporaneamente all’escalation dell’esercito israeliano e alle minacce di assassinarlo. Il governo israeliano, nelle settimane scorse, aveva avvertito il governo palestinese che, se non si fossero bloccati i lanci di missili contro le cittadine israeliane al confine con la Striscia di Gaza, avrebbe colpito i ministri di Hamas, e soprattutto il premier.

L’aviazione militare israeliana ha bombardato per due giorni consecutivi postazioni delle guardie di Haniyah, senza causare vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.