Forze egiziane inondano un tunnel con acque reflue. Due palestinesi dispersi

Gaza – Speciale InfoPal. Da ieri sera, la protezione civile di Gaza è alla ricerca di due cittadini palestinesi dispersi in un tunnel al confine tra la Striscia di Gaza e l'Egitto. Il tunnel è stato sommerso da acque contaminate dalle forze egiziane.

I palestinesi dispersi sono due operai che, al momento dell'inondazione, si trovavano in un tunnel all'altezza di Rafah (Striscia di Gaza Sud) per lavorare all'introduzione di generi alimentari nel territorio assediato da Israele.

I lavoratori sono stati raggiunti dal gettito di acque reflue e, intervenuti immediatamente, gli uomini della protezione sono riusciti a metterne in salvo alcuni, mentre due sono ancora dispersi.

Le autorità egiziane di soccorso sono state allertate e stanno lavorando in coordinamento con i palestinesi.

Alcuni dati. Sabato scorso, 24 settembre, due palestinesi hanno perso la vita e sei sono rimasti feriti nell'esplosione di una bombola di gas in un tunnel.

Il Centro per i diritti umani “Al-Mizan” ha riferito che “il bilancio delle vittime dei tunnel è di 197 dal 2006. Dieci sono bambini, e del dato fanno parte anche i 17 palestinesi deceduti e i 42 feriti in circostanze identiche nel 2011.

Venti sono deceduti nei bombardamenti e nei raid israeliani, i quali hanno provocato 583 feriti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.