Forze speciali israeliane hanno assassinato comandante delle Brigate Al-Aqsa.

Forze speciali dell’esercito israeliano oggi, a nord di Tulkarem, hanno assassinato Mohammed Mahmoud Hamad, comandante delle Brigate Martiri di Al-Aqsa, ala armata di Fatah.

Fonti locali hanno riferito che i soldati israeliani, in abiti civili e travestiti da arabi, si sono infiltrati nella città di Allar a bordo di un taxi con targa palestinese e hanno ucciso a bruciapelo Hamad, 25 anni, mentre si trovava in un negozio.

Testimoni hanno raccontato che i soldati israeliani, dopo aver assassinato il giovane hanno portato via il corpo e lo hanno gettato in un campo.  
Nell’attacco è stato ferito Anas Ahmed Ajaj, 19 anni, membro del Jihad islamico. I militari lo hanno arrestato insieme a Bilal Shadid, proprietario del negozio.  

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane, coperte da elicotteri Apache, hanno assaltato il campo profughi di  Tulkarem e il suo campo profughi e di Nurshams, e hanno arrestato 4 cittadini facendo irruzione in numerose abitazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.