Fplp e Hamas criticano Fayyadh per la condanna alla resistenza.

 

 

 

Masri: Fayyadh non è gradito in Palestina

 

Gaza – Pic. Giovedì scorso, Mushir Al-Masri, membro del gruppo parlamentare di Hamas nel Consiglio Legislativo Palestinese (CLP), ha deprecato l’illeggittimo primo ministro dell’Autorità Palestinese in Cisgiordania,  Salam Fayyadh per aver condannato l’uccisione di un soldato israeliano da parte di un ufficiale di polizia palestinese.

Masri condanna Fayyadh per essersi espresso contro la resistenza palestineese e contro gli attacchi della resistenza restando invece in silenzio davanti le ussicioni quotidiane dei palestinesi cittadini della Striscia di Gaza e della Cisgiordania, ad opera di Israele. Masri ha definito la condanna di Fayyadh come  “un’alleanza manifesta all’occupazione israeliana”.

In una dichiarazione Masri sostiene: “Fayyadh porta avanti le politiche israeliane ed americane, ostili all’Islam e contro la storia delle lotte e dei sacrifici del popolo palestinese pertanto, non c’è posto per Fayyadh sulla terra sacra di Palestina. Non solo, Fayyadh ha usurpato il potere ed ha potuto farlo grazie a  USA e all’occupaziione israeliana”.  

Masri si è appellato a Fatah perché faccia luce sulle dichiarazioni di Fayyadh, sul coordinamento con Israele  in materia di sicurezza e sulla richiesta di eliminazione degli attivisti della resistenza palestinese.

Poco dopo la morte del soldato israeliano, Fayyadh ha condannato l’accaduto e si è impegnato a che simili incidenti non si ripetano specificano che lo farà “ad ogni costo”. Il soldato delle Forze di Occupazione Israeliane (FOI) ucciso, era di stanza al checkpoint Za'atara, a sud della città di Nablus dove lui ed i suoi compagni umiliano ogni giorno i palestinesi, in particolare le donne.

Per rinforzare le proprie accuse contro Fayyadh e provare che quest’uomo ricopre tale ruolo politico solo  per essere in linea con l’agenda di Israele e Stati Uniti, Masri ha poi ricordato la partecipazione di Fayyadh alla conferenza israeliana di Herzelia pochi giorni fa a Tel Aviv (dove gli ufficiali israeliani hanno affrontato il piano di sicurezza per proteggere Israele nei prossimi 15 anni).

Il FPLP condanna Fayyadh
Anche il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (PFLP) ha deprecato Fayyadh per aver condannato l’uccisione del soldato israeliano “le cui mani sono macchiate del sangue dei bambini palestinesi”, definendo i commenti di Fayyadh come una “chiaro atto diretto a minare i sentimenti del popolo palestinese”.

Secondo l’opinione del FPLP, Fayyadh avrebbe dovuto condannare le truppe delle FOI per l’assissinio di migliaia dii palestinesi innocenti anzichè condannare la resistenza, diritto sancito dalla legge internazionale per qualunque popolo viva sotto occupazione.

In una dichiarazione rilasciata proprio in merito a questo episodio, il FPLP sottolinea: “Non sorprende che, un individuo che abbia preso parte dalla conferenza di Herzelia possa rilasciare simili dichiarazioni che  corrispondono ad un tradimento del sangue dei martiri palestinesi”.

(Traduzione per Infopal a cura di Elisa Gennaro)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.