FPLP: sbagliato affidarsi agli USA.

Cisgiordania. Il Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp) ha ribadito il proprio rifiuto a fare affidamento alle nuove posizioni del governo Usa guidato da Barack Obama nei confronti del conflitto arabo-israeliano.

Il membro del Comitato centrale del Fronte popolare, Hussayn al-Jamal, ha infatti ricordato in una dichiarazione alla stampa come la neo-insediata amministrazione Usa abbia appena approvato la costruzione di 2.500 unità abitative nelle colonie stabilite da Israele in Cisgiordania, in aperta contraddizione con le proprie posizioni “teoriche” sulla questione degli insediamenti.

Un simile gesto, secondo al-Jamal, mostra come l’alleanza tra l’imperialismo americano e l’autorità di occupazione israeliana sia più forte di tutte le scommesse arabe sul nuovo governo statunitense. Il politico ha quindi chiesto ai regimi arabi e alle fazioni palestinesi di badare a non cedere alla normalizzazione con Israele.

Per quanto riguarda le posizioni americane sulla Palestina, ha commentato, ogni loro cambiamento dovrebbe basarsi sulle risoluzioni internazionali, a cominciare dalla 194, che stabilisce il diritto dei profughi palestinesi a ritornare in patria.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.