Fplp sui colloqui di ‘pace’ con Israele: ‘Mediatori Usa ammettano l’impossibilità dei negoziati’

Gaza – InfoPal. Dalla Striscia di Gaza, il Fronte popolare di liberazione della Palestina (Fplp) è intervenuto a proposito della fase attuale dei colloqui con Israele mediati dagli Stati Uniti.

“Da oltre vent'anni, negoziati bilaterali hanno prodotto crimini unilaterali, aggressioni e assedio. Chi promuove questi negoziati non riesce ad ammettere l'impossibilità a negoziare con Israele. I piani di Netanyahu sono quelli di Sharon e l'idea di tracciare 'confini provvisori' resta una proposta grave”.

Oltre al messagio direttamente rivolto ai fautori dei colloqui tra Israele e palestinesi, il Fplp ha chiamato in causa le responsabilità dei Paesi arabi e ha chiesto l'applicazione delle risoluzioni internazionali, valide per il caso palestinese alla comunità internazionale: anzitutto, indipendenza e diritto al ritorno.

“A tal proposito, è necessario trasferire la responsabilità dei negoziati alle Nazioni Unite, a tutela dei diritti nazionali (collettivi) inalienabili”.

Per ultimo, il Fplp ha invitato le fazioni palestinesi ad abbracciare una strategia politica nazional-democratica di unione senza esludere a priori un riconoscimento della legittima rappresentanza popolare dell'Organizzazione di liberazione della Palestina (Olp).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.