Francesca Albanese chiede di imporre sanzioni a Israele

Amman. La relatrice speciale per i diritti umani delle Nazioni Unite sulla situazione nei Territori Palestinesi occupati, Francesca Albanese, ha affermato che “Israele ha violato i suoi obblighi legali internazionali” e richiede ai Paesi di imporre sanzioni per evitare ulteriori violazioni.

La relatrice delle Nazioni Unite ha ribadito il suo appello, nelle dichiarazioni alla stampa, giovedì, per “un cessate il fuoco immediato a Gaza, per la fine del controllo illegale israeliano su Gaza e sui Territori Palestinesi occupati, e il dispiegamento di forze per mantenere la pace e la stabilità nella regione.

Albanese ha affermato, al termine della sua visita in Egitto e Giordania, che “il ritmo e l’intensità della diffusione della violenza nel resto dei Territori occupati confermano che nessun Palestinese è al sicuro sotto l’assoluto controllo israeliano, e che Israele le ha ancora una volta arbitrariamente impedito di raggiungere i Territori occupati, costringendola a fornire un rapporto sulla situazione dei Palestinesi sotto occupazione dai Paesi vicini.

Ha sottolineato che la sua visita ha rivelato che le condizioni a Gaza sono “peggiori di quanto precedentemente stimato, con gravi conseguenze a lungo termine, poiché le vittime che ha incontrato hanno subito ferite catastrofiche e sono stati testimoni dell’uccisione dei loro familiari, anche dopo che la Corte di Giustizia internazionale (IJC) ha emesso una sentenza, lo scorso gennaio, per misure temporanee che impediscano a Israele di compiere atti di genocidio.

La relatrice dell’ONU ha indicato che le misure umanitarie applicate finora, come i lanci aerei e i passaggi marittimi, “sono semplicemente un palliativo per ciò che è urgentemente necessario e legalmente dovuto, e che queste misure sono completamente insufficienti per alleviare la catastrofe umanitaria a Gaza”, sottolineando l’importanza del mandato dell’Agenzia per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi delle Nazioni Unite-UNRWA.

(Fonte: PIC).

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli