Free Gaza, le due imbarcazioni hanno rotto l’assedio: l’equipaggio scende sulla spiaggia e festeggia con la popolazione.

Infopal – Gaza. Alle 18 ora locale le due imbarcazioni, Liberty e Free Gaza, sono entrate nel porto di Gaza e l’equipaggio è sceso in spiaggia, dove una folla di palestinesi lo ha accolto con gioia.

L’assedio è stato rotto, almeno a livello simbolico, nonostante i ripetuti tentativi israeliani di impedire il viaggio delle due imbarcazioni.

A ricevere il coraggioso e determinato equipaggio di Liberty e Free Gaza ci sono centinaia di cittadini, tra giornalisti, politici, dignitari e di civili

Ieri, in un comunicato stampa, il "Movimento Free Gaza" ha dichiarato che la sua missione era quella di "denunciare l’illegalità delle operazioni israeliane, di rompere l’assedio e di esprimere solidarietà al popolo di Gaza che sta soffrendo".

Il sito online del quotidiano israeliano "Ha’aretz" ha citato una fonte politica che afferma che lo Stato israeliano ha deciso di autorizzare l’accesso delle due barche a Gaza per impedire ai passeggeri di "attuare il loro piano di provocazione".

Da parte sua, il primo ministro palestinese Ismail Haniyah ha espresso apprezzamento e gratitudine per l’"audace gesto umanitario".

Il presidente dell’ANP, Mahmoud Abbas, ha telefonato agli attivisti appena sbarcati per congratularsi con loro per la "perseveranza" dimostrata.

Il gruppo di pacifisti rimarrà a Gaza per circa 10 giorni, visitando la Striscia per conoscere la reale situazione provocata dall’assedio. Sono previsti incontro con i leader dell’area.

A differenza dell’eco suscitata dalla coraggiosa impresa delle due navi, i siti online dei nostri maggiori quotidiani non hanno ritenuto interessante riportare la notizia.

………….

Infopal – Gaza, sabato, ore 15,30. Le due navi del movimento Free Gaza – Liberty e Free Gaza – con a bordo decine di attivisti e di giornalisti, e di medicinali per la popolazione assediata, sono finalmente entrate in acque palestinesi. Nel momento in cui scriviamo si trovano a 12 miglia dalla costa. Israele ha annunciato che le lascerà entrare.

………..

23-08-2008:
"Free Gaza: le due imbarcazioni verso il porto di Gaza. Sabotaggio alla strumentazione elettronica. Difficili i collegamenti telefonici."

Alle 9 di questa mattina si trovavano a 50 miglia dalle acque di Gaza. Hanno subito sabotaggi ai satellitari. Così si legge nel sito ufficiale, www.freegaza.org: "Alle 10 (ora locale, ndr) di questa mattina, la squadra cipriota del movimento Free Gaza ha potuto brevemente parlare con la nostra gente a bordo delle imbarcazioni Free Gaza e Liberty. Stanno tutti bene e ci chiedono di rilasciare il seguente comunicato: ‘I sistemi elettronici che garantiscono la nostra sicurezza a bordo delle navi Free Gaza e Liberty sono stati sabotati. Entrambe la imbarcazioni battono bandiera greca e si trovano su acque internazionali. Siamo vittime di pirateria elettronica. Siamo attualmente nell’area GMS P A2 e ci affidiamo alla nostra strumentazione satellitare per le chiamate di emergenza, se necessario. Siamo civili di 17 nazioni e portiamo avanti questo progetto per rompere l’assedio di Gaza. Non siamo marinai professionisti. Come risultato, c’è preoccupazione per la salute e l’incolumità della gente a bordo, in questa situazione di emergenza. Stiamo viaggiando in aspre condizioni di navigazione e chiediamo al governo greco e alla comunità internazionale di assumersi le proprie responsabilità e di proteggere i civili a bordo delle due navi che si trovano in acque internazionali’.

Questa mattina, durante una conferenza stampa, il Parlamentare Jamal Al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l’Assedio, ha messo in guardia Israele dal tentare di aggredire le navi e ha denunciato il sabotaggio del sistema di comunicazione a bordo.

"Vi accoglieremo o come eroi", ha detto rivolgendosi al gruppo di volontari internazionali in rotta verso Gaza.

Sito della missione www.freegaza.org/ 

Notizie correlate:

22-08-2008:
"Free Gaza: sono partite questa mattina da Cipro le due navi dirette a Gaza."

Free Gaza’, le navi partiranno per le coste della Striscia entro venerdì. Messaggi contraddittori da parte di Israele

‘Una nave per Gaza: il report’.

Una nave per Gaza: ‘Un ebreo israeliano a Gaza: comunicato di Jeff Halper’.

Una nave per rompere l’assedio di Gaza: in partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.