‘Free Gaza’, le navi partiranno per le coste della Striscia entro venerdì. Messaggi contraddittori da parte di Israele.

Infopal.  Navi per Gaza. Ieri, l’ambasciata israeliana ad Atene ha minacciato il gruppo di pacifisti della Campagna "Free Gaza" di autorizzare la Marina a "usare la forza se le navi si avvicineranno alle coste della Striscia".

L’avvertimento è stato lanciato per lettera dal ministero degli Esteri israeliano e reso noto dall’ambasciata dello Stato ebraico in Grecia.

Nella lettera viene chiesto al gruppo di solidarietà di desistere dal suo scopo -portare aiuti alla popolazione assediata di Gaza – "altrimenti sarà accusato di sostenere le autorità di Hamas nella Striscia".

Hamas, come tutte le altre fazioni politiche palestinesi (e altri movimenti di liberazione nazionali), è nella black-list compilata da Israele e dagli Usa (e che l’Italia ha sottoscritto) delle "organizzazioni terroristiche", in compagnia di entità criminali come al-Qa’ida.

Notizie contrastanti. Parallelamente, in una email inviata alla delegazione del Free Gaza, lunedì, Noam Katz, portavoce del ministero degli Esteri israeliano, ha affermato che il governo di Tel Aviv,  riconosce la "missione umanitaria" della spedizione.
Tuttavia, la lettera mette in guardia il gruppo di attivisti: "L’area in cui avete progettato di navigare è soggetta a un decreto, pubblicato dalla Marina israeliane, che impone a tutte le imbarcazioni straniere di tenersi lontane dalle coste di Gaza per questioni inerenti all’attuale situazione di sicurezza".

La delegazione è composta da 40 persone di 17 diversi paesi – compreso l’israeliano Jeff Halper – e un sopravvissuto all’Olocausto nazista.

Raggiungere Gaza, nonostante tutto: durante una telefonata con la delegazione, il presidente del Comitato popolare contro l’Assedio, Jamal Al-Khudari, ha dichiarato che le imbarcazioni lasceranno Cipro (giunte dalla Grecia, ndr) per Gaza entro giovedì o venerdì.

Sito della missione www.freegaza.org/ 

Articoli correlati:

‘Una nave per Gaza: il report’.
Una nave per Gaza: ‘Un ebreo israeliano a Gaza: comunicato di Jeff Halper’.
Una nave per rompere l’assedio di Gaza: in partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.