Freedom Flotilla: permesso l'arrivo a Gaza di parte degli aiuti rimasti

Gaza – Infopal. Le autorità di occupazione israeliane hanno deciso oggi l'apertura del passaggio di Kerem Abu Salem, a sud della Striscia di Gaza, per permettere l'accesso ai camion carichi degli aiuti che si trovavano a bordo della spedizione umanitaria della Freedom Flotilla.

Secondo un comunicato stampa pubblicato oggi da Raed Fattuh, presidente del Comitato di coordinamento delle merci in entrata nella Striscia, Israele ha infatti dato il via libera non solo a “140-150 camion di aiuti per i settori commerciale e agricolo”, ma anche a “25 camion contenenti gli aiuti della Freedom Flotilla.”

Tuttavia, ciò che entrerà a bordo dei 25 mezzi potrebbe essere soltanto una parte di quello che è rimasto del carico della flotta fermata due mesi fa dall'attacco israeliano. Il nostro corrispondente, riferendo le testimonianze delle autorità responsabili del governo di Gaza e di alcuni testimoni oculari residenti nel Negev, aveva infatti riportato in precedenza che gli occupanti avevano rovinato gran parte degli aiuti in questione, seppellendoli nelle vicinanze di uno scarico fognario nel sud d'Israele.

È quindi probabile che quello che verrà fatto entrare nella Striscia di Gaza non sarà che una piccola parte di ciò che era stato spedito a suo tempo sulle navi umanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.