Freedom Flotilla, striscioni sulla nave Chiarini bloccata al porto di Corfù.

Di Angela Lano da Corfù (Gr). La nave italo-internazionale “Stefano Chiarini”, membro della Freedom Flotilla 2, è ferma nel porticciolo di Corfù. Ieri, il governo greco, piegato alle pressioni israeliane, ha bloccato definitivamente la partenza di tutte le barche.

Gli attivisti americani sono ancora a bordo della US Boat to Gaza, e si rifiutano di scendere a terra.

I passeggeri della Chiarini sono saliti a bordo, questa mattina, per addobbare la barca di bandiere e striscioni e per intonare qualche slogan per la fine dell'assedio su Gaza.

Un giovane torinese, Vincenzo, ha dedicato un pensiero affettuoso a Egidia Beretta, mamma di Vittorio Arrigoni, nel ricordo del figlio assassinato a Gaza ad aprile di quest'anno.

Gli attivisti, e anche diversi giornalisti, hanno proposto ai coordinatori della barca italo-olandese-internazionale di promuovere qualche attività per rendere visibile al mondo la situazione di blocco. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.