Freedom Waves: Israele ha rubato equipaggiamento televisivo al reporter di Press Tv

Press Tv. Durante l'attacco dell'esercito israeliano in acque internazionali contro le due navi dirette a Gaza Freedom Waves, per rompere il blocco israeliano, Israele ha rubato l'equipaggiamento della Tv iraniana Press TV.

Il corrispondente di Press TV, Hassan Ghani, ha spiegato che il sequestro è avvenuto mentre lui stesso era sotto custodia israeliana.

Ghani stava riprendendo l'evento, il tentativo delle due navi, irlandese e canadese, di rompere il blocco imposto da Tel Aviv sulla Striscia di Gaza.

Ghani fu arrestato assieme ad altri 26 tra attivisti e giornalisti.
Il  reporter di Press TV racconta di essere stato costretto dall'esercito israeliano a gettare il suo computer portatile in mare e di essere stato perquisito per due ore. L'esercito gli ha poi sequestrato effetti personali e l'equipaggiamento televisivo: videocamera, batterie, schede di memoria, un telefono satellitare, 2 cellulari per uso personale e altro materiale elettronico.

È la seconda volta che Tel Aviv ordina ai propri militari di attaccare le flottiglie internazionali intenzionate a portare aiuti umanitari a Gaza, sotto assedio israeliano dal 2007.

Nel maggio 2010, le forze armate israeliane attaccarono la Freedom Flotilla I nel Mediterraneo, uccidendo nove cittadini turchi e ferendone altri 50 tra gli attivisti che facevano parte del convoglio composto da sei navi. Tutti furono arrestati e anche lì non mancarono storie di furti da parte israeliana.

L'estate scorsa, il secondo tentativo non era riuscito, per via del potente pressing economico che Israele esercitò insieme agli Stati Uniti sulla Grecia, dai cui porti sarebbero dovute partire alla volta di Gaza le navi della seconda missione internazionale Freedom Flotilla II – Stay Human.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.