Fronte cristiano-islamico per la difesa di Gerusalemme: ‘Israele vuole spazzar via la Città Vecchia’.

Gerusalemme – Infopal. Il "Fronte Islamo-Cristiano per la Difesa di Gerusalemme e dei luoghi sacri" ieri ha lanciato l’allarme sui piani di "giudaizzazione" della Città Santa: decine di edifici di valore storico e religioso, adiacenti alla Moschea di al-Aqsa, sono a rischio di crollo.

  In un comunicato stampa, il Segretario Generale del Fronte, Hasan Khater, ha dichiarato che gli scavi in corso e l’espansione coloniale hanno come obiettivo di "spazzare via la Città Vecchia e deportarne la popolazione palestinese, in modo da ridisegnarla secondo un modello ebraico". 

Ad accrescere l’allarme sono giunte in questi giorni le dichiarazioni del ministro israeliano per la Pianificazione abitativa che ha annunciato la costruzione di 1420 unità coloniali nella Gerusalemme occupata.

Khater ha sottolineato che, nonostante l’evidenza di crepe che minacciano le fondamenta della moschea di al-Aqsa e altri edifici storici della Città Vecchia, le autorità israeliane continuano a portare avanti gli scavi in ben cinque siti.

Il Segretario Generale del Fronte ha poi rivolto un appello alle organizzazioni della Conferenza Islamica, al Comitato di al-Quds, alla Lega Araba e ad altre istituzioni internazionali affinché esercitino pressioni per fermare gli scavi che minacciano i luoghi santi islamici e cristiani. 

Notizie correlate :

28-05-2008 Il Fronte cristiano-islamico per la difesa di Gerusalemme: Israele fomenta l’odio tra le religioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.