Gaza: almeno 15 feriti a causa di nuovi bombardamenti israeliani

Imemc – Agenzie. Fonti mediche palestinesi della Striscia di Gaza hanno riferito stamattina che almeno quindici persone, per la maggior parte donne e bambini, sono rimaste ferite in una serie di bombardamenti israeliani a nord e a sud della regione.

Gli aerei hanno preso di mira le case e alcune strutture, tra cui l'ex quartier generale della Difesa civile nell'aeroporto internazionale di Gaza, nella città di Rafah. Fonti locali hanno infatti affermato che almeno quattro missili sono stati sparati all'aeroporto, già distrutto da tempo.

Un'altra offensiva è quindi stata condotta nelle aree vicine al confine egiziano, che si ritiene nascondano dei tunnel sotterranei, mentre due missili hanno colpito una base d'addestramento utilizzata dalle brigate al-Qassam, braccio armato di Hamas, nella zona di Beit Hanun (Striscia di Gaza Settentrionale).

Tra gli altri numerosi effetti del bombardamento si contano poi diverse case danneggiate, i quindici feriti – di cui riferisce l'Unità di emergenza dei Servizi medici militari della Striscia di Gaza – e alcuni attacchi di panico, soprattutto tra i bambini.

La stessa Unità ha condannato il bombardamento, mettendo in evidenza come sia stato condotto contro le aree civili in violazione diretta della legge internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.