Gaza commemora la ‘Giornata dell’orfano’

Gaza – PressTv. “Gli orfani della Striscia di Gaza sono diversi nella misura in cui si tiene conto delle estreme condizioni di vita prodotte dall'embargo israeliano sul territorio costiero palestinese”. Lo hanno dichiarato al corrispondente di “PressTv” alcuni membri dell'orfanotrofio locale “Amal”.

“La guerra israeliana contro Gaza ha lasciato molti orfani e la città non è in grado di rispondere alle richieste di questo particolare gruppo”, ha aggiunto Noha Atawna, responsabile eventi.

Sono diverse le iniziative che devono solo restituire un sorriso a questi orfani e, allo stesso modo, anche le vedove che quotidianamente lottano per garantire le necessità di base alle rispettive famiglie, ne prendono parte.

“Siamo qui per alleviare i dolori di questi orfani, aiutarli a ritrovare il sorriso”, ha dichiarato una vedova di Gaza. “Io vengo qui con i miei bambini, con i quali cerco di dimenticare gli orrori della guerra israeliana”, ha confidato un'altra.

Ma le avversità dei palestinesi di Gaza non si sono mai fermate, e il futuro di questi orfani resta incerto.
“Abito qui da quattro anni, da quando ho perso i miei genitori. Spero tanto che si riesca a realizzare una grande struttura per gli orfani”, ha affermato Walid Dabbagh, uno dei ragazzini di “Amal”.

I dati parlano di 1.900 bambini della Striscia di Gaza che nella guerra hanno perso i genitori.

Il 27 dicembre 2008 l'esercito israeliano lanciò una vasta offensiva contro Gaza, imponendo uno stato di guerra per tre settimane consecutive. L'offensiva si scatenò da ogni direzione: dai cieli, da terra e dal mare.

In quell'attacco morirono oltre 1.400 palestinesi; i danni all'economia locale stimati furono intorno a un miliardo e 6mila dollari.

Orphans Day celebrated in Gaza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.