'Gaza, entità nemica': sconcerto dell'Alto Commissario Onu per i diritti umani.

L’Alto Commissario delle Nazione Unite per i diritti umani, Louise Arbor, ieri ha espresso il proprio sconcerto per la decisione israeliana di considerare la Striscia di Gaza controllata da Hamas "un’entità ostile. E ha sottolineato che la riduzione dei rifornimenti di energia alla Striscia "creeranno condizioni catastrofiche" per il milione e mezzo di abitanti di Gaza.

In un comunicato ufficiale, la Arbor evidenzia come Israele debba rispettare le leggi internazionali e del diritto umanitario, che proibiscono l’uso di mezzi inappropriati o una politica delle punizioni di massa.

Dopo un giro di ispezione, ieri, a Gaza, il direttore generale della Croce Rossa, Angelo Gnaedinger, ha dichiarato che la situazione nella Striscia è "molto critica" dopo tre me di "quasi totale isolamento".

In un comunicato ufficiale, Gnaedinger ha sottolineato che quello agricolo è il settore  economico della Striscia più danneggiato dalle chiusure.

Il comunicato avverte anche del peggioramento delle condizioni dei nove ospedali della Striscia di Gaza.

Tutta la regione soffre per la mancanza di acqua, di carburante e di energia elettrica, che, insieme alla chiusura dei passaggi, la stanno facendo sprofondare nella catastrofe umanitaria. Il tutto, nel silenzio dei media e dei governi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.