Gaza: membri di Fatah esclusi intenzionalmente dalla Conferenza

Gaza – Infopal. Alcuni politici di Gaza inclusi tra i partecipanti alla VI Conferenza di Fatah hanno accusato i loro colleghi – senza fare nomi – di non averli chiamati a votare per il Comitato Centrale e il Consiglio rivoluzionario.

Il generale Zakaria Balusha, membro della Conferenza, ha dichiarato alla stampa che “circa 72 partecipanti alla Conferenza per la Striscia di Gaza – di cui la maggior parte sono militari e pensionati, e sette sono persino candidati al Consiglio rivoluzionario – non sono stati convocati dagli organizzatori della Conferenza di Betlemme”.

“Nonostante i rischi del voto per telefono – ha proseguito l’ufficiale – , era stato stabilito questo sistema di votazione a causa del divieto imposto da Hamas ai membri della Conferenza di uscire da Gaza, e tuttavia nessuno ci ha chiamati. (…) Ci siamo messi in contatto con i membri della Conferenza e i grandi leader al suo interno, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta”, nominando tra i partecipanti contattati Munir Salama, Naser Yusef, Isma‘il Jaber e Abu ‘Ali Mas‘ud.

Balusha si è quindi domandato “a vantaggio di chi e per quale ragione siamo stati privati di questo diritto democratico, che abbiamo atteso tanto a lungo, o se magari la democrazia non riservi delle misure ristrette per la selezione di una dirigenza ristretta”. Ha quindi chiesto che si svolga un’immediata e rapida indagine per sapere chi “ha dato istruzioni di non contattarci”.

Tra gli altri membri esclusi dalle votazioni, l’ufficiale ha citato Zaki Abu al-‘Asal, Sa‘id Fannuna, ‘Arif Khattab, Ribhi ‘Arafat, il dott.. Walid Hamami, Sulayman Abu Sakran e Sulayman Abu Rakab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.