Gennaio 2011: 15 palestinesi uccisi, 400 arrestati dalle forze d’occupazione israeliane

Cisgiordania – Pal-Info. Gennaio 2011: “15 cittadini palestinesi sono stati uccisi. Sette erano residenti in Cisgiordania, tre dei quali bambini al di sotto dei 18 anni, e otto nella Striscia di Gaza”.

La “Fondazione internazionale di solidarietà ai diritti umani” ha rilasciato oggi un rapporto in cui ha esposto le proprie attività di monitoraggio sulle violazioni di soldati e ufficiali israeliani espresse in numeri.

Oltre 200 cittadini palestinesi sono stati arrestati, 55 di questi sono bambini.

Altri 200 degli arrestati a gennaio scorso erano lavoratori palestinesi fermati da soldati e forze dell'ordine israeliani in varie zone di Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr), ma anche presso gli innumerevoli posti di blocco che frammentano il territorio e asfissiano la vita dei palestinesi violandone la libertà di movimento.

Il rapporto della Fondazione pone in evidenza l'arresto ai danni del deputato palestinese 'Omar 'Abdel Razeq, condotto nel mese di riferimento, ed è stato aggiornato con i fatti accaduti nelle ultime 24 ore, ovvero includendo tra i dati, l'arresto avvenuto ad al-Khalil (Hebron) ieri, 31 gennaio, del deputato Mohammed Jamal an-Natshah.

Gennaio 2011 è risultato essere un mese in cui violazioni e attacchi aperti contro i palestinesi sono stati particolarmente acuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.