Genocidio a Gaza: Israele fa bottino di civili tra le rovine dei bombardamenti. Esecuzioni di massa e torture

Genocidio a Gaza: Israele fa bottino di civili tra le rovine dei bombardamenti. Esecuzioni di massa e torture

Gaza-InfoPal. L’Euro-Med Monitor ha dichiarato: “Abbiamo documentato l’arresto di giornalisti, medici, accademici e anziani provenienti dai centri per sfollati nel nord di Gaza dopo essere stati spogliati con la forza”.

I rapporti indicano che il capo dell’ufficio di The New Arab, Dia Kahlout, è stato rapito, tra gli altri, dall’esercito israeliano a Gaza.

Hanno giustiziato uomini davanti ai loro figli e alle loro mogli nel quartiere di Zaytun, a est della città di Gaza. 40 donne sono arrivate al campo di al-Bureij dopo essere state per lunghe ore circondate dagli assassini dei loro mariti: “Hanno costretto tutti a uscire dalle case, hanno messo da parte gli uomini e hanno aperto il fuoco su di loro. Ci hanno trattenuto per ore per testimoniare il crimine, poi ci hanno rilasciato per denunciarlo”. Queste sono testimonianze terrificanti di ciò che sta accadendo, tra le notizie del loro ritiro dal nord.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, ministero della Salute di Gaza; credits foto e video: Quds News network, Quds Press, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/video/