Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 208° giorno. 4 massacri contro famiglie, nelle ultime 24 ore, con 33 morti documentate. Bilancio: 34.568 morti e 77.765 feriti

Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 208° giorno. 4 massacri contro famiglie, nelle ultime 24 ore, con 33 morti documentate. Bilancio: 34.568 morti e 77.765 feriti
Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza.

Gaza -InfoPal. Gaza-InfoPal. Mercoledì 1 maggio, 208° giorno consecutivo di genocidio israelo-statunitense nella Striscia di Gaza. La mostruosa macchina da guerra criminale dello stato paria israeliano, oliata di denaro e armi dall’Impero egemone e dai suoi vassalli in arrestabile declino, non smette di ammazzare civili, principalmente bambini e donne, cioè il futuro della Palestina nativa. Le istituzioni internazionali non intervengono, limitandosi al solito fastidioso blablabla. Nessuna sanzione, nessuna no-fly zone, per la canaglia genocida coloniale israeliana, intrisa di fanatismo religioso degno delle peggiori teocrazie della Storia.

Secondo i dati forniti dal ministero della Salute di Gaza, l’occupazione israeliana ha commesso 4 massacri contro famiglie nella Striscia di Gaza, nelle ultime 24 ore, provocando 33 morti documentate e 57 feriti.

Il bilancio documentato delle vittime palestinesi è salito a 34.568 martiri e 77.765 feriti dal 7 ottobre scorso.

I dati sopra riportati si riferiscono solo ai casi trasportati negli ospedali e registrati nei registri del ministero della Salute.

Gli attacchi aerei e di artiglieria hanno continuato a colpire e colpire diverse aree, e a massacrare altri civili, soprattutto bambini e donne.

L’esercito di occupazione israeliano ha continuato a lanciare attacchi in tutta Gaza, uccidendo e ferendo numerosi cittadini.

Gli aerei da guerra israeliani hanno bombardato un appartamento residenziale nella Torre 6 nel progetto Al-Qastal, a est di Deir Al-Balah, provocandone la completa distruzione.

A Rafah, un giovane è stato ucciso dopo essere stato colpito da un proiettile dell’artiglieria israeliana nel quartiere di Al-Tanur.

Una vittima è stata recuperata nell’area di Al-Mughraqa dopo che le forze israeliane hanno bombardato un gruppo di cittadini. Altre vittime restavano disperse sotto le macerie.

Altri palestinesi sono stati uccisi e altri feriti in un attacco aereo israeliano su una casa residenziale in via Al-Jalaa, nella città di Gaza.

Altri due attacchi aerei sono stati effettuati sulla parte occidentale della città di Gaza e sulla parte centrale della Striscia di Gaza.

Martedì, due bambini sono stati uccisi in un attacco aereo israeliano contro una casa che ospitava famiglie sfollate.

Gli aerei da guerra israeliani hanno anche preso di mira un serbatoio d’acqua nella zona di Abu Halawa, a est di Rafah, in concomitanza con il rinnovato bombardamento dell’artiglieria israeliana.

Fonti mediche hanno riferito che una donna è rimasta ferita in un bombardamento dell’artiglieria israeliana nella zona di Al-Husaynat, a est di Rafah.

Le forze israeliane hanno arrestato due giovani dopo averli spogliati dei loro vestiti e avergli sparato mentre cercavano di tornare nel nord della Striscia di Gaza attraverso Strada Salah al-Din. Successivamente sono stati portati in ospedale.

La Protezione civile palestinese a Gaza è riuscita a recuperare i corpi di 9 martiri dal campo profughi di Khan Yunis, a sud della Striscia.

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha anche riferito che tre palestinesi sono stati uccisi in un attacco aereo israeliano su un appartamento residenziale a al-Nuseirat, nel centro della Striscia di Gaza. Tra le vittime denunciate c’era un bambino.

Video.

Ieri notte i coloni israeliani attaccano i camion degli aiuti umanitari sulla strada per la Striscia di Gaza.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza; Euro-Med monitor; credits foto e video: Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi/