Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 214° giorno. Israele ha invaso Rafah. Bilancio attuale 34.789 morti registrati e 78.204 feriti. Gang di coloni attacca camion di aiuti umanitari

Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 214° giorno. Israele ha invaso Rafah. Bilancio attuale 34.789 morti registrati e 78.204 feriti. Gang di coloni attacca camion di aiuti umanitari

Gaza-InfoPal. Oggi, martedì 7 maggio, la guerra genocida israeliana sulla Striscia di Gaza, appoggiata dagli Stati Uniti e dall’Europa, è entrata nel 214° giorno: dopo che Israele ha rifiutato e risposto con arroganza (vedasi immagine) alla proposta di tregua di Hamas, mediata da Qatar e Egitto, l’esercito di occupazione ha invaso Rafah, nel sud della Striscia, dove sono sfollati quasi due milioni di palestinesi gazawi, mentre ha intensificato i bombardamenti, uccidendo e ferendo numerosi cittadini.

Il ministero della Salute a Gaza ha dichiarato che nelle ultime 24 ore l’occupazione israeliana ha commesso 6 massacri contro famiglie nella Striscia di Gaza, provocando 54 morti documentate e 96 feriti.

Il bilancio documentato delle vittime palestinesi è salito a 34.789 morti e a 78.204 feriti dal 7 ottobre scorso.

I dati si riferiscono solo ai casi trasportati negli ospedali e registrati dal ministero della Salute.

L’esercito di occupazione israeliano ha preso il controllo della parte orientale della zona di confine di Rafah sotto intensi colpi di arma da fuoco e bombardamenti di artiglieria.

Hanno aggiunto che l’esercito israeliano ha bombardato case, gruppi di civili sfollati e strade durante la sua incursione a Rafah.

Secondo fonti dei media, sono state segnalate vittime quando l’esercito israeliano ha bombardato via Salahuddin a Rafah, mentre molti altri sono stati evacuati all’ospedale kuwaitiano in seguito agli attacchi nelle aree intorno al valico di frontiera di Rafah.

Nel frattempo, l’Autorità generale per i valichi e le frontiere nella Striscia di Gaza ha annunciato il blocco completo del traffico passeggeri e umanitario nella Striscia di Gaza.

In precedenza, l’esercito israeliano aveva diffuso filmati dei primi momenti in cui il valico di Rafah veniva catturato dalle sue forze. Uno dei video mostrava un carro armato che arrivava a uno degli edifici del valico.

Secondo quanto riferito, decine di cittadini sono stati uccisi e molti altri sono rimasti feriti, la scorsa notte e martedì mattina, dall’artiglieria israeliana e negli attacchi aerei contro le case nella parte orientale di Rafah.

L’incursione militare israeliana nell’area del valico di Rafah ha isolato la Striscia di Gaza dal resto della regione e impedirà alle persone di lasciare o entrare a Gaza e fermerà il flusso di aiuti umanitari.

Nel frattempo, coloni israeliani attaccano i camion che trasportano gli aiuti umanitari di cui c’è disperatamente bisogno nella Striscia di Gaza, peggiorando ulteriormente la crisi umanitaria nella regione devastata dalla guerra.

Video.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza; Euro-Med monitor; credits foto e video: Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi/