Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 220° giorno

Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 220° giorno

Gaza-InfoPal. Oggi, lunedì 13 maggio, la guerra genocida israeliana nella Striscia di Gaza, appoggiata dagli Stati Uniti e dall’Europa, è entrata nel 220° giorno: dopo che Israele ha rifiutato e risposto con arroganza alla proposta di tregua di Hamas, mediata da Qatar e Egitto, l’esercito di occupazione ha invaso Rafah, nel sud della Striscia, dove sono sfollati quasi due milioni di palestinesi gazawi, mentre ha intensificato i bombardamenti, uccidendo e ferendo numerosi cittadini.

Decine di civili palestinesi sono stati uccisi e altri sono rimasti feriti nel bombardamento in corso su Beit Lahya e Jabalya, nel nord della Striscia di Gaza.

Fonti locali hanno riferito che aerei da combattimento israeliani hanno preso di mira la strada principale di Beit Lahya, nel nord della Striscia di Gaza, provocando l’uccisione di diversi civili.

Inoltre, gli aerei da guerra hanno colpito intensamente il campo di Jabalya, nel nord della Striscia di Gaza, provocando numerose vittime tra i civili.

I feriti sono stati portati d’urgenza all’ospedale Kamal Adwan di Beit Lahya.

A Rafah, a sud della Striscia di Gaza, l’artiglieria dell’occupazione ha bombardato le case dei cittadini nei quartieri di Al-Jeneina e Al-Salam.

Video.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza; Euro-Med monitor; credits foto e video: Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi/