Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 234° giorno. 7 massacri, con 66 morti, nelle ultime 24 ore. Bilancio: 36.050 vittime documentate e 81.026 feriti

Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 234° giorno. 7 massacri, con 66 morti, nelle ultime 24 ore. Bilancio: 36.050 vittime documentate e 81.026 feriti

Gaza-InfoPal. Lunedì, mentre la guerra genocida israeliana sulla Striscia di Gaza, appoggiata dagli Stati Uniti, è entrata nel 234° giorno, gli attacchi aerei e di artiglieria hanno continuato a colpire diverse aree e a massacrare civili.

Nelle ultime 24 ore, l’esercito di occupazione israeliano ha continuato a bombardare case in diverse aree di Gaza, tra intensi attacchi a Rafah e Jabalya.

Secondo fonti mediche, le forze di occupazione israeliane hanno commesso sette massacri contro famiglie nella Striscia di Gaza nelle ultime 24 ore, provocando l’uccisione di 66 palestinesi e il ferimento di altri 383.

Fonti mediche hanno confermato che il bilancio delle vittime palestinesi dell’attacco israeliano dal 7 ottobre è salito a 36.050 vittime documentate, con ulteriori 81.026 persone ferite. La maggior parte delle vittime sono donne e bambini.

Nel frattempo, le ambulanze e le squadre di soccorso non sono ancora in grado di raggiungere molte vittime e cadaveri intrappolati sotto le macerie o sparsi sulle strade dell’enclave devastata dalla guerra, poiché le forze di occupazione israeliane continuano a ostacolare il movimento delle ambulanze e degli equipaggi della protezione civile.

Secondo fonti dei media locali, diversi cittadini sono rimasti feriti quando l’esercito israeliano ha bombardato l’ingresso di un centro di accoglienza appartenente all’UNRWA in via Salahuddin, a est di Deir al-Balah.

Tre cittadini sono stati uccisi e altri sono rimasti feriti in un attacco israeliano al campo profughi di An-Nuseirat, nel centro di Gaza.

Il servizio di protezione civile ha comunicato che all’alba di oggi i suoi equipaggi sono riusciti a trovare ed evacuare i corpi di cinque vittime e di diversi feriti in seguito ad un attacco aereo israeliano su una casa appartenente alla famiglia di al-Battran, nel nord di Gaza, aggiungendo che diverse salme sono ancora sotto le macerie.

Un altro attacco aereo su una casa nel campo profughi di al-Bureij, nel centro di Gaza, è costato la vita a un bambino e ne ha feriti altri.

Cinque morti, tra cui una donna incinta, sono stati evacuati in ospedale in seguito a un attacco israeliano a un appartamento nella parte occidentale di Rafah, a sud di Gaza.

La scorsa notte, l’esercito israeliano ha commesso un terribile massacro nel sud di Gaza dopo che i suoi aerei da guerra hanno bombardato una tendopoli che ospitava famiglie sfollate a Rafah. 35 civili sono stati uccisi (bruciati a morte) e decine sono rimasti feriti nell’attacco israeliano.

Altre vittime sono state segnalate in altre aree di Gaza a seguito degli attacchi aerei, di artiglieria e di armi da fuoco israeliani, ieri sera e oggi.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza; Euro-Med monitor; credits foto e video: Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi/