Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 276° giorno. Migliaia di cittadini sfollati dalla città di Gaza

Genocidio israelo-statunitense a Gaza: 276° giorno. Migliaia di cittadini sfollati dalla città di Gaza

Gaza-InfoPal. Le forze di occupazione israeliane continuano la loro guerra coloniale genocida nella Striscia di Gaza per il 276° giorno consecutivo, aggiungendo crimini su crimini, tra cui l’induzione della carestia, lo sfollamento forzato, l’infanticidio, il femminicidio, la prigionia e la brutale tortura di migliaia di civili e la dispersione (e la possibile sparizione e traffico) di minori. Il tutto, con la complicità attiva di Stati Uniti, Europa e Occidente in generale.

Lunedì tre palestinesi sono stati uccisi, e altri feriti, in un bombardamento aereo a sud della città di Gaza, e nel corso di un’incursione di terra da parte dell’esercito di occupazione a sud-ovest della città.

Fonti locali hanno riferito che gli aerei da guerra dell’occupazione hanno bombardato un appartamento residenziale vicino allo svincolo industriale a sud di Gaza, uccidendo due cittadini e ferendone altri cinque.

Hanno aggiunto che gli aerei dell’occupazione hanno bombardato una casa, uccidendo un cittadino e ferendone altri sette.

Le forze di occupazione sono entrate in vaste aree a sud-ovest della città di Gaza sotto una pesante copertura di fuoco, prendendo di mira strade, case ed edifici residenziali, provocando un massiccio esodo di migliaia di cittadini da quelle aree verso i quartieri nord-occidentali della città.

Fonti locali hanno riferito che i veicoli militari dell’occupazione hanno fatto irruzione nel quartiere di Tal al-Hawa, nella zona industriale e universitaria, e nella periferia meridionale del quartiere di Rimal.

Le incursioni hanno preso di mira edifici residenziali, strade e appartamenti, provocando l’uccisione e il ferimento di decine di cittadini in varie aree della città di Gaza, mentre le squadre di soccorso e di ambulanze non sono riuscite a entrare in città per salvare i feriti e recuperare le salme a causa all’intensità dei bombardamenti.

Le forze di occupazione hanno anche preso di mira varie aree della città di Gaza con pesanti bombe fumogene e a gas.

Testimoni hanno affermato che migliaia di cittadini sono stati sfollati dalle zone a sud-ovest della città verso il nord-ovest e hanno trascorso la notte per le strade senza riparo.

Centinaia di famiglie stanno ancora una volta fuggendo verso il nulla dopo i nuovi ordini di evacuazione israeliani per i quartieri Tuffah e Daraj di Gaza.

(Fonti: Quds Press, Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza; Euro-Med monitor; credits foto e video: Quds News network, PIC, Wafa, ministero della Salute di Gaza e singoli autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi