Genocidio israelo-statunitense a Gaza: le forze di occupazione lanciano attacchi di terra e aerei contro la tendopoli di sfollati di al-Mawasi a Rafah

Gaza. Dopo la mezzanotte di mercoledì, Israele ha lanciato intensi attacchi aerei e bombardamenti di artiglieria, via cielo, terra e mare, contro l’area di al-Mawasi, a ovest della città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, dove migliaia di persone sfollate interne cercano rifugio.

Le navi della marina israeliana hanno anche sparato con armi pesanti nelle aree occidentali di Rafah.

Migliaia di civili vivono in condizioni deplorevoli nella tendopoli di al-Mawasi. Le Nazioni Unite e i gruppi di soccorso affermano che “al-Muwasi – [una zona designata sicura da Israele] – è un tentativo pianificato male per imporre una soluzione alle persone che sono state sfollate, e dubitano della garanzia di sicurezza da quando gli attacchi aerei israeliani hanno colpito altre aree dove l’esercito aveva ordinato alla gente di andare”.

Al-Mawasi, nella cosiddetta “zona sicura” del sud di Rafah, è stata sottoposta a ripetuti attacchi militari israeliani, provocando decine di vittime e distruzioni. Le condizioni umanitarie sono assolutamente disastrose nella tendopoli di al-Mawasi, una casa per migliaia di sfollati che cercano rifugio nella zona dichiarata sicura da Israele.

(Fonti: Wafa, Quds News).

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa

https://www.infopal.it/category/palestina-media-e-geopolitica-approfondimenti-e-analisi