Gerusalemme: 1.500 unità abitative pronte per l’approvazione

Tell er-Rabi' (Tel Aviv) – Ma'an e InfoPal. Fonti televisive ebraiche, alcune ore prima della visita del primo ministro israeliano Netanyahu negli Usa, hanno annunciato un piano per la costruzione di centinaia di unità abitative nella zona di Gerusalemme occupata.

Ieri, il canale 10 della televisione israeliana ha riferito che, nella giornata di oggi, il Comitato per la Pianificazione edilizia nell'area di Gerusalemme occupata prenderà in considerazione un progetto di 1500 abitazioni nel quartiere di Har Homa e Pisgat Ze'ev, a Gerusalemme.

Il canale ha sottolineato che la discussione per il piano di insediamenti si è svolta il giorno prima dell'incontro alla Casa Bianca tra il presidente americano Barack Obama e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Entrambi gli insediamenti, Har Homa e Pisgat Ze'ev, furono costruiti sulle terre palestinesi occupate da Israele nel 1967, e sono stati parzialmente edificati su proprietà privata palestinese.

La discussione si terrà nel pomeriggio di oggi, a poche ore prima dell'atteso discorso del premier israeliano Benjamin Netanyahu ai leader statunitensi a Washington. Netanyahu incontrerà il presidente Obama e ci si aspetta che, tra le varie questioni, i due discutano pure della possibilità di una ripresa del processo di pace.

Nel settembre 2010, Obama aveva fatto sforzi notevoli per convincere Netanyahu ad arrestare le costruzioni edilizie sui Territori palestinesi occupati, gli aveva promesso fondi, armi e si era impegnato a contrapporre il veto Usa sulle questioni sollevate dal fronte palestinese.

Da parte loro, all'avvio del processo di pace, il presidente dell'Autorità palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas e il team di negoziatori palestinesi si erano impegnati a proseguire nel processo di pace, qualora le attività coloniali israeliane sui Territori sui quali fondare lo Stato palestinese si fossero fermate.

Netanyahu respinse l'offerta di Obama impegnandosi invece in una rapida ripresa  delle attività edilizie.
Da allora, i colloqui di pace sono entrati in una fase di stallo.

Articoli correlati:

Prima di visitare gli Usa, Israele annuncia piano coloniale per 1.500 unità abitative

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.