Gerusalemme, 150 coloni hanno invaso al-Aqsa

Gerusalemme/al-Quds. Decine di coloni estremisti, scortati dalle forze di polizia, hanno invaso la moschea al-Aqsa nella Gerusalemme occupata, martedì mattina e più tardi nel pomeriggio.

Secondo il sito di notizie di al-Qastal, 154 coloni sono entrati in gruppi nella moschea attraverso la Porta al-Mughrabi e hanno visitato i suoi cortili sotto la sorveglianza della polizia.

Durante i loro tour nel luogo sacro islamico, i coloni hanno assistito a spiegazioni dai rabbini sul presunto monte del tempio e alcuni di loro hanno eseguito in modo provocatorio preghiere.

Nel frattempo, la polizia di occupazione israeliana ha imposto restrizioni di movimento ai fedeli musulmani agli ingressi e ai cancelli della moschea.

Le ripetute incursioni dei coloni durante la settimana, tranne venerdì e sabato, fanno parte dei tentativi di imporre schemi di divisione temporale e spaziale nella moschea di al-Aqsa.

Dall’occupazione di Gerusalemme, nel 1967, le autorità di occupazione controllano le chiavi della Porta al-Mughrabi e attraverso di essa i coloni effettuano incursioni quotidiane.