Gerusalemme: coloni tentano di assaltare la moschea di Al-Aqsa. Militari deturpano la terra

Al-Quds (Gerusalemme) – Agenzie. Coloni israeliani del gruppo falascia (ebrei di origine etiope), hanno fatto irruzione ieri nell'area della moschea di al-Aqsa, entrando da Porta al-Mugharibah. 

Data l'alta presenza di palestinesi, i coloni non sono riusciti tuttavia nel loro intento, con tutta probabilità, quello di avvicinarsi ed entrare nella moschea.

Giorni fa, infatti, veniva diffuso sul web un invito rivolto a tutti gli ebrei e ai coloni israeliani, per assaltare tutti insieme la moschea di al-Aqsa. Il gruppo avrebbe messo a disposizione cibo e acqua per la durata dell'eventuale assalto e occupazione.

Un'altra banda di ultraortodossi aveva divulgato una richiesta simile, promettendo in cambio il pagamento di circa 13dollari a chiunque avesse preso parte all'azione. Anche in questo caso, l'assalto avrebbe dovuto coincidere con la festività ebraica dell'Hannukah.

Questa mattina, intanto, bulldozer israeliani hanno sradicato numerosi alberi di ulivo a al-'Essawiyah, a nord di Gerusalemme. 

Mahmoud Darwish, portavoce del Comitato per la difesa di al-'Essawiyah, ha riferito di decine di ettari di terreni agricoli devastati e resi incoltivabili dagli israeliani.

“Anche quest'area rientra nel piano di evacuazione dei palestinesi per erigervi un parco talmudico”, ha specificato il responsabile palestinese.

Da Gerusalemme Est occupata, testimoni oculari hanno raccontato l'attacco da parte di un gruppo di coloni estremisti israeliani contro un ragazzino palestinese nel quartiere di Al-Wad, nella città vecchia.

Il gesto ha portato a scontri tra i residenti palestinesi e i coloni israeliani. Il bollettino è di diversi arresti e feriti.

I testimoni hanno riferito che i soldati erano schierati con i coloni e hanno sparato alcuni colpi in aria prima di attaccare i palestinesi con bastoni e manganelli, ferendone alcuni.

Uno dei feriti è un ragazzino palestinese di 16 anni, 'Alaa' az-Zghayyer. È stato portato in un ospedale locale e ha riportato la frattura del setto nasale e diverse contusioni.

Le forze d'occupazione israeliane hanno poi fermato tre giovani per condurli verso una destinazione sconosciuta.

Agenzie:
Safa
Imemc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.