Gerusalemme: iniziate le deportazioni dei palestinesi della Cisgiordania

Al-Quds (Gerusalemme) – Infopal. Le autorità israeliane hanno cominciato ad attuare una politica di deportazioni nei confronti dei cittadini palestinesi in possesso di carta d'identità rilasciata in Cisgiordania e residenti a Gerusalemme da prima del 1967.

Lo riferisce il Centro di Gerusalemme per i diritti sociali ed economici in un comunicato inviato ieri, nel quale si aggiunge tuttavia che molti dei deportati erano venuti ad abitare in città dopo il 1967 e che lì possedevano diversi tipi di proprietà, pertanto poi Gerusalemme era diventata la loro residenza fissa.

Il Centro ha inoltre precisato che gran parte delle vittime di questa politica sono gli stessi palestinesi che anni fa caddero nell'inganno di un annuncio fatto dal Ministero dell'Interno israeliano, il quale si rivolgeva con esso a coloro che abitavano nella città prima del 1967 e non avevano ancora regolarizzato i loro permessi di soggiorno, inserendo la loro residenza a Gerusalemme.

Nel comunicato si sconsiglia quindi ai cittadini palestinesi di affidarsi a ciò che viene dichiarato nell'annuncio, considerato una trappola preparata con l'obiettivo di estorcer loro informazioni che permettano al Ministero di spogliarli dei loro diritti di soggiorno a Gerusalemme; e questo, spiega il Centro, è il motivo per cui alcuni di loro sono già stati scacciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.