Gerusalemme, militari israeliani feriscono due lavoratori palestinesi

Gerusalemme (al-Quds) – Ma'an e InfoPal. Ieri, domenica 1° maggio, s'è consumata una nuova aggressione contro lavoratori palestinesi in cerca di occupazione a Gerusalemme: militari israeliani hanno attaccato un gruppetto di giovani che cercava di attraversare il checkpoint di Zayem, all'ingresso est di Gerusalemme, ferendone due con il lancio di pietre.

Mahmud Abu Sarhan, 25 anni, di Betlemme, ha raccontato di essere stato ferito alla testa e di essere svenuto. Ali Mansur Abu Sarhan, 18 anni, ha riferito di aver riportato escoriazioni a una mano, a seguito di una caduta, mentre cercava di sfuggire alla polizia israeliana. 

Un terzo operaio, Salah Sarhan, di 22 anni, ha spiegato a Ma'an: “Eravamo un gruppo di lavoratori che, alle 4 del mattino, stava tentando di superare il Muro di Annessione, non lontano dal checkpoint di Zayem. Non appena abbiamo iniziato ad arrampicarci sul muro, due soldati ci hanno scoperti e noi siamo saltati indietro e abbiamo iniziato a correre verso i piedi della montagna, dove volevamo nasconderci. Dopo poco, i militari sono apparsi da sopra e hanno iniziato a prenderci di mira con sassi, così abbiamo dovuto metterci a correre di nuovo. 

Mentre correvamo, una pietra, tirata da distanza ravvicinata, ha colpito Mahmud alla testa, facendolo cadere con la faccia a terra e rotolare per alcuni metri. Noi abbiamo continuato a scappare, per tornare poi a controllare come stava Mahmud solo dopo che i militari se n'erano andati via. Lo abbiamo trovato in stato di incoscienza e lo abbiamo portato in ospedale”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.