Gerusalemme, nuovo piano sionista per ampliare l’insediamento illegale di Abu Ghanim

Al-Quds (Gerusalemme) – Palestine-info. Prosegue la penetrazione coloniale sionista nella città di al-Quds (Gerusalemme) e nella Cisgiordania occupata, mentre l'Anp di Ramallah si affanna dietro l'ipotesi di “negoziati indiretti” con gli occupanti israeliani.

Intanto, oggi 22 marzo, verrà istituita da parte dei sionisti la Commissione per la pianificazione e l'edilizia, che si occuperà di un piano di ampliamento dell'insediamento illegale di Abu Ghanim, il quale sorge tra al-Quds e Betlemme. Tutto ciò senza alcuna attenzione per gli sviluppi politici e, in particolare, per la contrarietà dimostrata dagli Stati Uniti nei confronti del governo Netanyahu sulla questione degli insediamenti.

Tale decisione del governo sionista giunge in concomitanza con un invito ricevuto da Netanyahu a visitare Washington ed incontrare Obama.

Il piano prevede di costruire un centro commerciale e 12 unità abitative, confermando perciò le dichiarazioni del primo ministro israeliano sul proseguimento delle costruzioni ad al-Quds e a Tell ar-Rabi' (Tel Aviv).

La radio militare israeliana, ieri sera (21 marzo), ha riportato per conto della Commissione per la pianificazione e l'edilizia che, malgrado la situazione politica, la decisione di costruire nuove parti dell'insediamento sarà annunciata oggi e che proseguiranno inoltre le concessioni di permessi edilizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.